cart1Beno copertina webSergio Bosco

Beno

Racconto

Febbraio 2018 / Paper / ISBN 978-88-88479-42-2 / 

102  pp. / italiano
Prezzo di copertina: € 7,50 Euro + spese di spedizione

 

Nel suo secondo romanzo lo scrittore Sergio Bosco racconta un'altra avventura dell'investigatre Vittoriano Von Fürstemburg. Questa volta non si tratta di infedeltà coniugalie ma di un terribile delitto commesso in un piccolo paese. Chiamato dalle sorelle a difendere l'omicida, in quanto avvocato, sarà invece coinvolto in un'indagine difficile e pericolosa che lo porterà a rischiare la vita.

Leggi l'estratto:

 

 

Gianna è arrabbiata e preoccupata. Mezzanotte passata e Viola non è rientrata. Non sa perché né dov’è e il telefono è spento, non l’ha mai fatto. Qualche volta è andata a San Secondo o in città con gli amici ma ha sempre avvisato. Ha chiamato Jimmi e Lisa ma non l’hanno vista, poi loro hanno chiamato gli altri ma nessuno sa niente. L’una, le due e l’ansia cresce. Che si fa in questi casi? Si telefona alla polizia? Ai carabinieri? Non c’è nessuno che la possa aiutare? Non può restare tutta la notte sul balcone a fumare una sigaretta dopo l’altra e pregare il buon Dio che torni o almeno si faccia sentire.

“Pronto? Buonasera. Sono preoccupata per mia figlia Viola, non è rientrata a casa e il telefono è spento. sì lo so che i ragazzi le fanno queste cose, ma io sono una persona ansiosa e sto male. D’accordo gliela descrivo: ha diciotto anni, capelli biondi, lunghi, è alta un metro e settanta. Ha la camicia azzurra, i pantaloncini di jeans, le scarpe bianche e rosse e un giubbotto di pelle nera. Si chiama Violamaria Vannucci, ha la carta d’identità con sé. Insisto sempre perché la porti, sa come sono i giovani … Mi scusi, non le faccio perdere altro tempo. Sì questo è il mio numero di telefono. Va bene. Certo che se torna vi avviso subito. Sono sicura che ha fatto qualche cazzata ma giuro che quando torna le do tante di quelle sberle che se le ricorda tutta la vita! Sì, d’accordo, mi scusi ancora, buonanotte.”

 

[...]

Quando chiamano le sue sorelle, di solito è per qualche guaio domestico: una perdita nel bagno, la lavatrice che non funziona o manca corrente nell’alloggio. Si rivolgono al maschio di famiglia più che altro per un conforto morale, essendo lui totalmente negato a risolvere qualsiasi problema pratico. Invece questa volta il tono della voce di Patria è molto diverso e a Vittoriano non piace per niente. La sua teoria sulle donne ‘fabbriche di complicazioni’ si rivela, come al solito, infallibile. Quel ‘devi venire più presto possibile’ non ammette repliche. ‘Chissà cos’hanno combinato quelle due!