I processi psicologici della scoperta scientifica

20,00 € each

+

Curir-coverI PROCESSI PSICOLOGICI DELLA SCOPERTA SCIENTIFICA
L'Armoniosa complessità del mondo
Anna Curir

2° edizione, con correzioni
Febbraio 2014 / Paper / ISBN 978-88-88479-31-6 /
146 pp. / ill. 25 bw / Indice / printed on acid-free paper / italiano

Price : €20.00 Euro + spesa di spedizione

 "...un percorso al contempo agile e articolato all’interno dei processi che portano alla scoperta scientifica" (Oggi Scienza)
"...scritto con eleganza e passione sincera per un argomento che travalica i confini delle discipline" (BrainFactor)
"...questo lavoro della Curir riesce [...] a coprire un aspetto ancora inesplorato" (Orione)

Quali sono i processi mentali, emotivi e logici, che soggiacciono alle intuizioni relative alle scoperte scientifiche? Per effettuare questa indagine ci si situa all’interno di alcune teorie: quella della struttura delle rivoluzioni scientifiche elaborata da Thomas Kuhn, quella relativa all’apprendimento dall’esperienza di Wilfred Bion e infine quella dell’inconscio strutturato come insiemi infiniti proposta da Ignacio Matte Blanco. Questi tre approcci alla scienza ed alla conoscenza vengono collegati, e attraverso tale collegamento viene analizzato il lavoro dello scienziato all’interno di un paradigma, la crisi e la perdita del paradigma stesso, il dolore legato a tale perdita, la regione di libertà creativa che si situa tra il superamento del vecchio paradigma e l’instaurarsi del nuovo, le dialettiche di gruppo all’interno delle comunità scientifiche.

Viene anche indagato il ruolo dell’inconscio nelle scoperte scientifiche e nell’elaborazione di nuove teorie, il suo linguaggio non aristotelico, la sua struttura multidimensionale, il valore cognitivo dell’emozione. Sinora i collegamenti tra Kuhn e Bion sono poco esplorati e così i collegamenti tra la fisica e la matematica moderna e le strutture dell’inconscio. L’approfondimento di questi legami potrà fornire una consapevolezza nuova a chi compie ricerche nelle scienze dure ed anche nuovi strumenti per chi analizza l’inconscio.

 L’autrice

Anna Curir nasce a Torino nel 1953, nel 1976 si laurea in Matematica con una tesi di Astronomia e dal 1979 lavora come Astronomo presso l’Osservatorio Astrofisico di Torino. Trascorre il 1982 presso il Dipartimento di Astrofisica dell’Università di Oxford, su invito del prof. Dennis Sciama. Durante tale anno è anche visitor del Queen Mary College di Londra. È membro della International Society on General Relativity, dell’ International Astronomical Union e del Linacre College di Oxford, ed è iscritta all’ordine degli psicologi del Piemonte.

Le sue ricerche riguardano le Cosmologie Relativistiche, l’emissione energetica dei Buchi Neri, la formazione delle galassie, le proprietà dinamiche e chimiche della Via Lattea, la storia della Astronomia e della Cosmologia. Si occupa anche di divulgazione scientifica ed è autrice di numerosi articoli divulgativi scritti per il quotidiano La Stampa, per la rivista Orione, e di un libro sui buchi neri, Astri Collassati (Il Castello, 1985). Nel 2009 ha curato la mostra Osservar le stelle e il relativo catalogo (Silvana Editoriale, 2009).

Da sempre interessata alle neuroscienze e alla psicoanalisi, nel 2006 consegue la Laurea Magistrale in Scienze della Mente. Ha pubblicato articoli relativi alla psicologia della ricerca scientifica sulle riviste Giornale Storico Centro Studi di Psicologia e Letteratura, Sapere e Psicologi a Confronto.

INDICE

Prefazione di Felice Perussia, "Sulla natura sostanziale della (astro)fisica psicologica"
Introduzione
I  Poincaré, Bion e Kuhn
II  Inconscio, emozioni e rivoluzioni
III Verità, menzogna e incompletezza: la prova di Gödel
IV Fenomeni cooperativi nella natura e nella mente
V Ignacio Matte Blanco, il matematico dell'inconscio
VI I tratti di personalità di chi fa scienza
Bibliografia
Indice dei nome
L'autrice

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.